Giornata decisamente complessa per la circolazione quella di ieri sulla sponda bresciana del lago, in particolare presso la Strada della Forra, riaperta solo di recente dopo gli interventi di messa in sicurezza, dove un furgone è rimasto incastrato perché sforante l'altezza massima consentita.

Nonostante infatti la presenza di cartelli stradali indicanti i limiti per i mezzi in transito, che devono necessariamente essere più alti di 3 metri e con larghezza maggiore ai 2,20, il corriere ha comunque condotto il veicolo lungo il tratto di strada fino a rimanere bloccato a causa dell'eccessiva altezza, restando incastrato tra le rocce sporgenti presenti all'imbocco di una galleria.

Visto e considerato il periodo di numerose presenze turistiche sul territorio, con la Forra a rappresentare una delle destinazioni più iconiche e apprezzate a livello mondiale dell'intero bacino benacense, sono stati sufficienti pochi minuti perché si creasse qualche rallentamento e disagio sul tratto di strada.

Fortunatamente, il relativo traffico presente (si parla comunque di un giorno lavorativo infrasettimanale) ha permesso di liberare il passaggio senza troppe difficoltà e conseguenze sulla circolazione, cosa certamente impensabile se fosse avvenuto durante un fine settimana, quando un episodio del genere sarebbe tranquillamente sfociato in code chilometriche lungo la sponda occidentale del Garda.