L’obiettivo è riaprire la strada già verso giovedì prossimo, dopo aver messo in sicurezza l’arteria che collega Riva e Limone da possibili altri distacchi. Questo quanto annunciato dai tecnici della Provincia in una riunione, via meet, alla presenza dell’assessore agli enti locali Giulia Zanotelli, dei sindaci di Riva del Garda Cristina Santi e di Limone sul Garda Antonio Martinelli, del presidente della Comunità, Claudio Mimiola.

Presieduta dal direttore generale della Provincia, Raffaele De Col, la riunione ha visto gli interventi di Luciano Martorano, Dirigente generale di dipartimento Dipartimento infrastrutture, di Stefano Fait, responsabile del dipartimento Protezione civile, di Mauro Groff dirigente UMST Patrimonio e Trasporti.

Il dirigente del Servizio geologico Mauro Zambotto ha riassunto le principali fasi della dinamica del distacco che ha fatto piombare grossi massi sulla carreggiata antistante la galleria Casagranda; alcuni blocchi tuttavia sono rimasti in quota e appoggiano su un letto di detriti e terreno che le piogge delle prossime ore potrebbero rendere scivoloso con il rischio di qualche ulteriore crollo. Di qui la necessità di attendere il passaggio della perturbazione delle ultime ore per poter metter all’opera i rocciatori che avranno il compito di definire sul campo il quadro esatto della situazione.

La ditta che interverrà è già stata individuata e in mattinata si prevede l’avvio dell’operatività; nel frattempo saranno predisposti gli interventi per mettere in sicurezza la strada, operazione che consentirà il ripristino della viabilità senza attendere che vengano conclusi i lavori di ancoraggio della parete soprastante.

In conclusione gli amministratori locali hanno ringraziato i tecnici della Provincia per il presidio assicurato fin dai primi momenti in cui l’evento si è verificato. Martedì mattina è previsto un nuovo aggiornamento.