Nel 2024 il Basso Garda sarà per qualche giorno la capitale mondiale della vela giovanile in occasione del grande appuntamento con i “Desenzano FISU World University Championship Sailing”, manifestazione di livello globale presentata questa mattina presso la Fraglia Vele Desenzano.

presenti per l'occasione il presidente della Fraglia Vela Stefano Loda, gli assessori comunali Pietro Avanzi e Stefania Lorenzoni, il consigliere Federale FIV Domenico Foschini, il membro del Council di World Sailing Walter Cavallucci, il prof. Francesco Negro dell'Università di Brescia, Antonio Soldi per la FederCUSI, il presidente di zona FIV Rodolfo Bregamaschi e l'assessore regionale Simona Tironi.

L'evento, organizzato tra il 6 e il 9 giugno (con eventuale recupero di prove non disputate il 10 gennaio) della Fraglia Vela Desenzano in collaborazione con il CUS Brescia, porterà nella cittadina benacense una nutrita rappresentanza internazionale e si svolgerà sotto l'egida della Federazione Italiana Vela, del Centro Universitario Sportivo Italiano e della Federazione Internazionale Sport Universitari.

Noto in tutto il mondo per le condizioni favorevoli allo svolgimento di regate di alto livello, il Garda ha richiamato l'interesse di diverse università, tanto che al via sono attesi sedici equipaggi (selezionati dalla FISU) provenienti da 14 nazioni e quattro continenti, e composti da cinque velisti ciascuno. A essere rappresentate saranno Italia (2 team, composto da atleti della Fraglia Vela Desenzano), Canada (2 team), Singapore, Germania, Francia, Olanda, Austria, Giappone, Croazia, Polonia, Malesia, Australia, Irlanda e Cina.

Il format del 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing prevede la disputa di regate di flotta: i primi tre giorni saranno utili per definire chi prenderà parte alla finale del 9 giugno, al termine della quale sarà incoronato l'equipaggio vincente.

Lo scafo impiegato per lo svolgimento della manifestazione sarà il Dolphin 81, monotipo prodotto dal cantiere bresciano Maxi Dolphin su progetto di Ettore Santarelli, designer desenzanese del quale nel 2024 ricorre il centenario dalla nascita.

L'arrivo degli atleti è previsto per i primi giorni di giugno, mentre il pomeriggio del 5 si svolerà la cerimonia di apertura, anticipata da una parata sul lungolago di Desenzano che vedrà protagonisti tutti gli equipaggi, oltre alla presenza dei rappresentati la Regione Lombardia, del Comune di Desenzano del Garda, del presidente FIV Francesco Ettorre, del rettore dell'Università degli Studi di Brescia, del presidente del CUS Brescia e dei delegati di CUSI e FISU.

Durante l’evento non mancherà l'opportunità di andare alla scoperta del territorio: per la giornata del 10 giugno è infatti prevista una visita della città di Brescia, mentre durante il campionato sono in programma momenti di degustazione di prodotti tipici bresciani.

Le parole del presidente Stefano Loda e di Laura Magoni, sottosegretaria allo Sport della Regione Lombardia

Stefano Loda, presidente della Fraglia Vela Desenzano, ha dichiarato: "Come tutti i grandi progetti, l’organizzazione non è stata semplice e questo ultimo mese ci vedrà ancora molto impegnati. Sono convinto che sono davvero i grandi progetti come questo che consentono a realtà come la Fraglia Vela Desenzano di crescere e far crescere soprattutto i più giovani frequentatori del nostro club. Il 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing sarà occasione per tutti i nostri ragazzi di essere presenti e collaborare durante le giornate di regata: vogliamo coinvolgere tutti, dai più giovani ai più anziani".

Un grande evento così presentato da Lara Magoni, sottosegretaria allo Sport della Regione Lombardia: "A giugno avremo l'onore di ospitare su uno dei nostri più bei laghi della Lombardia, il lago di Garda, la 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing. Questo straordinario evento, metterà in luce l'importanza che da anni la Lombardia, ed in special modo Brescia, stanno avendo come poli attrattivi dello sport a livello internazionale. La World University Championship Sailing non è solo un bellissimo evento sportivo, ma rappresenta anche una grande occasione per far conoscere agli ospiti che arriveranno dall'estero, le eccellenze del territorio. Lo sport è sinonimo di unione e cultura in funzione di arricchimento vicendevole. Ringrazio il CUS-Brescia e la FIV che quest'anno hanno organizzato insieme alle istituzioni un evento che può essere ispirazione per il futuro. Spero di vedere una grande affluenza di visitatori, oltre che di appassionati di vela. Specialmente in questa occasione, lo sport velico è sinonimo di collaborazione e lavoro di squadra, flotte ed equipaggi, saranno i protagonisti di questa competizione. Viva lo sport, viva la vela!".