Presso il nuovo punto vendita “The Pitch - Football Store” in corso Europa a Milano è stato presentato ieri pomeriggio il Fourth kit di Feralpisalò, con decine di persone tra ospiti e appassionati che hanno partecipato all’evento. Presenti anche i referenti della Lega B per un coinvolgimento istituzionale e digital.

E' una storia nata da uno scambio di battute social a gennaio: CalciatoriBrutti ha lanciato una provocazione, Feralpisalò l'ha colta al volo, pronta alla sfida per modificare la grammatica standard della comunicazione sportiva e rinforzare la narrazione della propria identità di club dinamico e virtuoso. Ne seguono una serie di incontri dietro le quinte, con la voglia di affrontare un’avventura diversa. Chiunque infatti aveva la possibilità di scegliere grafica e dettagli della quarta divisa dei verdeblù tra le tre idee proposte da Club e CalciatoriBrutti dopo un lavoro di confronto e strategia.

È la nuova Fourth kit di Feralpisalò, per la prima, storica volta in Serie B, che debutterà sabato 16 marzo, contro il Parma Calcio.

Il protagonista della jersey è l’animale simbolo del club, il leone. Maglia e calzettoni verdi, pantaloncini oro come il volto del felino, ruggente, in primissimo piano. Ogni jersey indossata in campo, inoltre, avrà nel colletto una frase simbolica declinata per ogni ruolo, anche queste scelte dagli utenti: “Le ragnatele le tolgo io” per onorare le gesta atletiche dei portieri, “Non sono bello ma spazzo” identifica la concretezza dei difensori, in “Mettila in banca” c’è tutto l’ego dei mediani, “Mister spegni le luci, oggi illumino io” lo dice il jolly, giocatore capace di risolverla quando vuole mentre “Passamela e poi corri ad abbracciarmi” sa proprio di egoismo da attaccante.

All'Antico Vinaio
sarà il main partner della special jersey di Feralpisalò firmata Calciatoribrutti.
Il marchio compare come front sponsor sulla versione store, con l'iconica frase che ha reso celebre il marchio e con il logo istituzionale, invece, sulla versione match worn del 16 marzo.

"Siamo molto contenti. Ci vuole molto coraggio e secondo noi la Feralpisalò è stata molto coraggiosa nel fare una cosa del genere perchè è la prima volta che una società di calcio professionistica si affida ad una community per realizzare una maglia, in tutti i suoi aspetti, e la cosa bella - hanno dichiarato Daniele Roselli e Enrico Modica di CalciatoriBrutti - forse è proprio questa, che in questo progetto c'è una piccola parte di ogni persona che ci segue".

Sul palco spazio anche a Lara Magoni, sottosegretario con delega Sport e Giovani di Regione Lombardia: "Sono emozionata di essere qui e ho voluto esserci. Ero incuriosita da Calciatori Brutti e da questa maglia realizzata con la Feralpisalò. Voglio però ringraziare la Feralpisalò - prosegue il sottosegretario - soprattutto per una cosa, dal 2015 è vicina ai ragazzi con disabilità cognitiva e per me quando una squadra di calcio come loro, che ci rappresenta in un circuito importante come la Serie B, si avvicina così tanto a questi ragazzi, ha già vinto quindi complimenti alla Feralpisalò".

"Complimenti a tutti coloro che hanno partecipato a questa iniziativa - spiega Marco Riva, presidente Coni Lombardia - perchè è bello vedere questo tipo di iniziative e la Feralpisalò è un modello in questo. Un grazie anche alla Lega Serie BKT che è qui presente con alcuni rappresentanti, e che anche lei vuole portare innovazione, ma da questo punto di vista il Presidente Balata è davvero straordinario e competente. Complimenti davvero a tutti e alla vostra società che trasmette quelli che sono anche i valori olimpici come amicizia, rispetto ed eccellenza".