Dopo diversi tentativi andati a vuoto nel recente passato e la riapertura del bando da parte del comune di Gardone Riviera lo scorso aprile, l’ex Casinò ha finalmente trovato un nuovo gestore, ovvero la famiglia Massari.

La storica struttura in stile liberty è stata infatti concessa alla società del celebre pasticcere bresciano Iginio Massari, le cui intenzioni sono state svelate attraverso alcune dichiarazioni rilasciate al Giornale di Brescia: fare di Palazzo Wimmer “un punto di riferimento enogastronomico”, attraverso un progetto di trasformazione in ristorante di pregio per allestire anche eventi e manifestazioni nell’ambito della ristorazione, grazie anche all’utilizzo del vicino teatro comunale.

Il tutto anche a seguito di una serie di interventi di restyling dell’edificio per circa 2 milioni di euro, pur rispettandone identità e peculiarità, che dovrebbero consentire la riapertura nel giro di un anno circa.

L’azienda avrebbe già affidato “le chiavi” della cucina a un giovane ma esperto chef per imbastire una proposta di alta caratura a livello internazionale, così da far rivivere presso Palazzo Wimmer i fasti di un tempo.