Nelle ultime due settimane a Monzambano si sarebbe verificata una vera e propria moria di felini, con tre gatti ritrovati morti per avvelenamento e altri per cause ancora da definire.

Ancora non si sa quali siano le motivazioni che hanno portato degli ignoti ad avvelenare i randagi, se non forse il fatto che qualcuno possa aver deciso di ricorrere a metodi estremi per ridurne il numero, divenuto negli ultimi mesi decisamente alto. A denunciare la situazione insostenibile è una famiglia che da tempo ormai si occupa di badare ai randagi del paese, la quale richiede ora l’intervento delle istituzioni locali nella cura dei felini, costituendo un’oasi per proteggerli, ma anche procedendo con delle sterilizzazioni volte a limitarne i numeri.

La famiglia che se ne occupa, proprio per questa sua attività, sarebbe stata minacciata e presa di mira. Infatti, uno dei gatti di loro proprietà sarebbe stato avvelenato con del veleno per topi da un paesano ignoto, finendo quasi all’altro mondo. La Polizia Locale e il Comune avrebbero chiesto nel frattempo all’Ats d’intervenire con il proprio servizio veterinario, ma la situazione non parrebbe al momento essere migliorata.