Una delle tematiche protagoniste del prossimo consiglio comunale di Desenzano, in programma questo venerdì 23 febbraio, sarà quella relativa alle politiche per la casa dell'Amministrazione e all'emergenza abitativa che da tempo caratterizza il territorio, per quanto concerne in particolare il caro affitti e le difficoltà per i residenti, soprattutto i più giovani, di trovare una soluzione sostenibile dal punto di vista economico.

Per discutere del tema è stata infatti presentata una mozione da parte del gruppo PD, con i consiglieri Maria Vittoria Papa, Andrea Palmerini, Bernardo Comini e Beatrice Gabusi che così si sono espresso nelle ultime ore: "I dati sui residenti riportati dalla stampa nell’ultimo periodo mostrano un calo di residenti nel 2023, dopo anni di costante crescita” – afferma il consigliere Comini- “La maggiore difficoltà per i cittadini sta nel trovare casa a prezzi accessibili, in particolare per l’affitto".

"Quella dell’emergenza abitativa rappresenta una vera e propria urgenza per la nostra città – sottolinea Palmerini - e affrontarla in tempi brevi potrà impedire alla città di svuotarsi. E’ necessario creare in tempi rapidi le condizioni affinché famiglie e giovani possano trovare casa a prezzi accessibili".

"Recentemente il Comune di Brescia ha approvato aliquote IMU agevolate per incentivare gli affitti - afferma Gabusi -. La nostra proposta è fare in modo che anche il nostro Comune adotti incentivi fiscali per i possessori di seconde case sfitte affinché queste vengano affittate a prezzi concordati e sgravi per i proprietari che passino da contratti di affitto breve o temporaneo a contratti di affitto lungo".

"Chiediamo anche all’amministrazione – conclude la capogruppo Papa – di inserire in ogni nuovo ambito di recupero urbanistico quote di edilizia sociale o convenzionata e valutare la realizzazione di progetti di co-housing e residenzialità leggere che coinvolgano giovani ed anziani".

Questione che è stata affrontata anche da Andrea Spiller, consigliere comunale per Movimento 5 Stelle e L'Altra Desenzano, il quale ha così descritto l'attuale situazione in città: "A Desenzano sono sempre numerosi i nuclei familiari che presentano domanda per l’assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica a fronte di una esigua disponibilità. L’azione del nostro Comune deve necessariamente costruire e rafforzare politiche dell’abitare che mettano al centro le persone e l’ambiente in cui vivono, superando la logica di categorie di utenti e di servizi standardizzati e dotandosi di soluzioni diversificate in grado di rispondere ai bisogni complessi che emergono. L’offerta abitativa della nostra città, al pari delle altre destinazioni turistiche italiane ed europee, risente poi pesantemente del fenomeno concorrenziale degli affitti turistici brevi che sta mettendo grande pressione alle locazioni tradizionali".