Gli agenti della polizia locale della Valle Sabbia negli ultimi giorni, intervenuti con il supporto dei carabinieri, hanno applicato ben due volte il daspo urbano ad un cittadino che si era reso protagonista di comportamenti molesti tra Gavardo e Salò, con relative segnalazioni da parte dei cittadini.

"Dopo due giorni siamo riusciti ad allontanarlo - viene spiegato -. Non avendo rispettato il primo ordine di allontanamento, abbiamo applicato un'altra sanzione ed inoltrato il tutto alla Questura, affinché adotti un provvedimento che vieti al soggetto di ritornare nel nostro Comune per alcuni mesi".

Non sarebbe infatti stato possibile arrestare il soggetto (già noto alle forze dell'ordine) in quanto "non ha commesso reati per i quali è previsto l'arresto". L'uomo è stato quindi condotto in ospedale per verificare la possibilità di effettuare un Tso, "ma dopo la prima visita la persona è stata considerata dai sanitari capace di intendere e di volere e non pericolosa per sé e per gli altri e pertanto è stata rilasciata (facciamo quello che la legge ci consente di fare). Da parte nostra ci mettiamo il massimo impegno".

Gli agenti hanno inoltre messo in atto ulteriori controlli in settimana durante l'orario serale, perlustrando i maggiori parchi di Gavardo, Villanuova e Roè Volciano al fine di contrastare il consumo di sostanze stupefacenti, ma fortunatamente nulla è stato trovato di irregolare. Cos come dei 30 conducenti sottoposti alla prova dell'etilometro nessuno è risultato positivo agli accertamenti.