Si è acceso in maniera inimmaginabile il clima durante la conferenza dei capigruppo a Riva del Garda, dove da una discussione sulla Ciclovia del Garda si è passati all'aggressione personale tra consiglieri.

Un vero e proprio caso è infatti scoppiato quando il capogruppo leghista Vittorio Ferraglio si è alzato in piedi e ha messo le mani in faccia al collega consigliere PD Gabriele Bertoldi, il quale ha anche ricordato tramite i propri canali social come "Già settimane addietro, fuori dai lavori del consiglio comunale, il consigliere Ferraglia si era profuso in frasi “scherzose” come “se vai avanti così ti aspetto di fuori“.

"Non c’è molto da commentare: è una situazione ingiustificabile. La violenza va sempre condannata e questa è stata la scelta giusta" ha commenta il sindaco di Riva Cristina Santi. Episodio grave che ha portato alle dimissioni del capogruppo leghista in Consiglio comunale.

Al centro della discussione la decisione da parte della maggioranza di portare in Consiglio una votazione relativa al finanziamento per il tratto di ciclabile che transiterà dal territorio comunale, argomento che ha creato non pochi contrasti con l'opposizione, fino ad arrivare addirittura alle mani.