In seguito ai vari episodi segnalati nel corso del tempo, Il Comune di San Felice ha deciso di dire stop al traffico di moto d'acqua per migliorare la sicurezza sul territorio lacustre, così come di recente è stato stabilito anche presso altre località benacensi come Salò.

Questo è quanto stabilito dalla recente ordinanza firmata dal sindaco Simone Zuin, che vede incluso anche il divieto di deposito dei mezzi a motore presso spiagge e aree demaniali, così come viene inoltre vietato il deposito di barche o tavole a vela: permesso invece confermato per sup, canoe, lance a remi e pedalò.

Il provvedimento stabilisce poi come, "al fine di prevenire situazioni di pericolo o di intralcio alla navigazione, causa l’elevato numero di imbarcazioni presenti durante il periodo estivo, è disposto il divieto di esercizio dell’attività di sci nautico e attività ludiche e sportive acquatiche similari allo sci nautico nonché di tavole surf a motore o similari".

La balneazione viene infine consentita dalle 8 alle 18 fino a 150 metri dalla riva, con i lidi attrezzati che dovranno dotarsi di boe gialle a 50 metri di distanza l'uno dall'altra; solo cartelli informativi invece previsti presso le spiagge libere, i quali informeranno della mancanza di servizio di salvamento.