Dopo sei tentativi andati a vuoto dal 2014 al 2019, la vendita da parte del Comune di Desenzano dell'ex Ragioneria è finalmente andata a buon fine, portando così nelle casse comunali 3 milioni e 617mila euro.

L'edificio, posto di fronte all'ingresso del Municipio in via Carducci, è stato infatti acquistato dal noto albergatore e imprenditore desenzanese Vittorio Cerini, un complesso di quasi 17mila metri cubi su 4.324 metri quadrati.

"Dopo tanti anni riusciamo finalmente a ricollocare l'immobile dell'ex ragioneria ed ex Ipc che rappresenta il principale asset presente nel piano delle alienazioni - come dichiarato da Stefano Medioli, vicesindaco e assessore al Bilancio -. Non potendo disporre delle risorse necessarie a realizzare una ristrutturazione adeguata al pregio dell'immobile, sia pure a malincuore, abbiamo deciso di porre in vendita la struttura, approfittando del momento molto positivo dell'edilizia a Desenzano per mettere all'asta per la settima volta l'ex ragioneria: siamo felici che il cespite sia stato acquisito dalla famiglia Cerini, che continua a credere e ad investire sul proprio territorio, valorizzando un immobile da tempo non più utilizzabile per le attività istituzionali”.

Lo stesso assessore Medioli spiega in seguito come "La cifra che entra nelle casse comunali ci permetterà di gestire con maggior serenità gli importanti investimenti che ci attendono, a partire dalla realizzazione della nuova piscina comunale. Tengo a ringraziare gli uffici che hanno contribuito alla concretizzazione di questo importante obiettivo, con professionalità e disponibilità”.