Tradito da alcuni strani comportamenti che hanno fatto insospettire gli agenti della polizia di stato, è stato trovato in possesso di una grande quantità di cocaina e di contanti probabilmente derivanti dall'attività di spaccio, e per questo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Canton Mombello a Brescia.

Protagonista della vicenda un uomo residente in provincia di Verona, il quale durante un controllo a bordo della sua auto mentre si trovava a Desenzano del Garda è stato colto in flagrante: grazia al supporto dell'unità cinofila, sono infatti state trovate 40 dosi di cocaina già confezionate e pronte alla vendita nascoste dietro i bocchettoni dell'aria condizionata, mentre all'interno del bracciolo imbottito sono stati rinvenuti oltre mille euro in banconote di vario taglio.

Inoltre, gli agenti hanno anche controllato un'altra persona che sarebbe stata notata mentre parlava con il soggetto: durante la perquisizione in seguito predisposta presso la sua abitazione è stata trovata un'importante quantità di marijuana, al di sopra della soglia penale, facendo così scattare la denuncia.

Convalidato invece l'arresto dello spacciatore da parte del giudice, il quale ha stabilito per lui è la misura cautelare dell'obbligo di firma.