Non si placano le discussioni a Desenzano per quanto concerne il futuro delle aree verdi dell’ex vivaio Grigolli e di Madergnago, al centro delle vicende politiche cittadine da ormai diverso tempo e spesso oggetto di dibattimento sul territorio tra gli stessi cittadini, dai quali era stata anche presentata al Comune una proposta di valorizzazione relativa proprio alla zona di Madergnago.

Attraverso una nuova presa di posizione da parte del PD, tramite le parole della segretaria del circolo Giustina Bonanno, viene infatti annunciato come il partito "scende in campo affinché l’Amministrazione dica ai cittadini che ne hanno diritto la verità".

“Noi Democratici lo diciamo chiaro, ciò che si sta muovendo attorno alle aree verdi dell’ex vivaio Grigolli e del Madergnago non ci piace affatto – spiega Giustina Bonanno - È dovere del sindaco dire una volta per tutte cosa vuole fare e diritto dei cittadini saperlo. Il susseguirsi di cambi di rotta dell’Amministrazione cosa nascondono? È una completa mancanza di visione o è un raddrizzare il tiro man mano che le notizie vengono a galla?".

Ricordiamo che sarebbe prevista un'operazione di acquisizione da parte del Comune di una porzione dell'ex vivaio Grigolli utilizzando come contropartita la cessione nei confronti del privato la suddetta area da rendere successivamente edificabile.

L'area verde in località Madergnago

Amministrazione che, come descritto dal PD, "avrebbe escogitato di utilizzare volumi già da tempo previsti su un’area comunale già edificabile in vendita nella zona delle Grezze e farli atterrare, guarda caso, proprio sull’area verde del Madergnago per poter in tal modo incassare una certa cifra con cui comperare successivamente l’ex area Grigolli".

"Noi del PD - prosegue la nota - siamo nettamente contrari sia all’operazione 'scambio urbanistico' sia al trucchetto dello spostamento di volumi da un’area all’altra, perché, in sostanza, alla fine dell’altro verde scomparirà dal nostro territorio!".

Da qui la proposta: "Quelle due aree verdi devono restare tali, anzi l’area del Madergnago va attrezzata per diventare un vero e proprio parco di quartiere come lo richiedono quasi 300 cittadini che si rendono anche disponibili a curare la manutenzione di quest’area; i cittadini vanno ascoltati! L’ex vivaio Grigolli deve diventare un parco pubblico a lago e va acquistata dal Comune perché in cassa i soldi ci sono e non vanno sprecati per eventi molto costosi".