Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale di Desenzano, svoltasi nella serata di ieri, venerdì 24 novembre, fra gli argomenti all’ordine del giorno si è discusso anche della stazione Tav del Garda, per la quale sono iniziati recentemente i rilevamenti sul terreno interessato, nei pressi della frazione di San Martino della Battaglia, tra le località Pergola e Armea.

A sollevare l’argomento è stato il Consigliere Comunale Andrea Spiller, rappresentante del Movimento 5 Stelle e della lista L’Altra Desenzano, che ha presentato per la seduta una mozione da mettere ai voti, intitolata “No alla stazione Tav del Garda”. La collocazione del proponente riguardo al tema appare molto chiara sin dal titolo della mozione, il cui testo avrebbe impegnato la Giunta Comunale a manifestare una ferma contrarietà alla realizzazione dell’opera.

Il Consigliere Spiller si è espresso dunque riguardo a quelle che ritiene le maggiori criticità del progetto, destinato a parere suo a diventare una cattedrale nel deserto, utile solo ad attirare ulteriore urbanizzazione in un’area del territorio comunale ancora non intaccata e al momento dedicata alle attività agricole. La mozione ha sollevato un dibattito molto intenso tra minoranza e maggioranza, che si è risolto nel respingimento della stessa per dieci voti contrari contro cinque favorevoli, con il Consiglio che ha quindi espresso un implicito sostegno al progetto.