Si aggiorna di un nuovo capitolo la vicenda relativa alla multa notificata lo scorso 17 aprile nei confronti di Enzo Fattori, cittadino desenzanese da trent'anni impegnato nella pulizia del territorio, il quale ha presentato ricorso per la sanzione vistosi recapitare dopo aver asportato un parabordo in plastica dalla spiaggia Feltrinelli, il cui eco mediatico aveva portato a Desenzano anche le telecamere de Le Iene.

"Vorrei, con l'occasione, ringraziare le numerosissime persone che si sono offerte di donare un obolo, al fine di pagare l'ingiustificato 'balzello' - come dichiarato dallo stesso Fattori - Tengo a precisare che nonostante avessimo già raggiunto la cifra per pagare la multa/sanzione, abbiamo ritenuto quanto mai importante affermare un doveroso "principio di giustizia", spesso negata a noi comuni Cittadini per via dei meandri dell'attuale burocrazia e presentare i cosiddetti 'scritti difensivi' previsti dalla vigente normativa".

Come racconta attraverso una comunicazione diffusa sui propri social, la raccolta fondi diffusa tra i cittadini per pagare la sanzione da 500 euro proseguirà, e se la multa dovesse essere annullata, la somma raccolta "verrà devoluta al Centro Aiuto Vita di Rivoltella, associazione meritevole che si occupa
delle prime necessità di tante famiglie disagiate".

Un ricorso motivato dal fatto che l'ormai famosa ordinanza relativa al divieto di raccolta, asportazione spostamento di qualsiasi oggetto lungo l'intero il litorale, sarebbe stata "a nostro avviso, emanata senza un'adeguata istruttoria creando così possibili problemi agli ignari turisti ed alle famiglie che usufruiscono delle bellissime spiagge e località a lago della nostra Città", chiedendo quindi ora che venga modificata "con un po' di buon senso".