In seguito alla decisione da parte del Comune di Desenzano tramite specifica ordinanza di vietare "raccolta, asportazione e spostamento di oggetti, materiali, rocce e sedimenti di qualsiasi tipo e natura presenti al di sotto dello specchio lacuale antistante il litorale e sulle relative coste e spiagge", maturata a causa dell'ingente quantità di residuati bellici rinvenuti la scorsa settimana nelle acque del porto Vecchio e delle diga foranea, è stata espressa la richiesta di chiarimenti nei confronti dell'Amministrazione rispetto a tale disposizione.

A chiedere spiegazioni è in particolare il consigliere comunale Andrea Spiller (Movimento 5 Stelle e L'Altra Desenzano), il quale ha comunicato la presentazione di un'interrogazione nei confronti dell'Amministrazione Malinverno.

"Tale ordinanza, se applicata alla lettera, inibisce di fatto la fruizione di tutta la costa desenzanese da parte di cittadini, turisti, operatori ecologici, persone impegnate in attività sportive e ricreative, bagnanti, etc… - spiega il consigliere Spiller - Durante tutto l'arco dell'anno le nostre coste e spiagge sono infatti quotidianamente frequentate da una moltitudine di soggetti e questa presenza è destinata ad aumentare progressivamente con l’avvicinarsi della stagione primaverile ed estiva, con tutte le inevitabili e prevedibili conseguenze. L'ordinanza ci lascia piuttosto perplessi, e genera non pochi dubbi in merito alla effettiva applicabilità nonché utilità, considerato anche il fatto che gli eventuali possibili rischi legati alla presenza sul fondale di materiale pericoloso sono tali da ormai 80 anni, solo ora si rende necessario un simile provvedimento?".

Da qui dunque l'interrogazione rispetto a quali siano le modalità e le tempistiche per la messa in campo dei controlli e della relativa bonifica, e quindi conseguentemente della revoca dell'ordinanza, in considerazione appunto dell'imminente aumento dei flussi turistici sul territorio desenzanese, per quanto concerne le due aree sopracitate così come anche il tratto compreso tra il parcheggio Maratona e il parco di via Lario.