Quando verrà conferita la cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre stabilita in sede di Consiglio comunale?

Questo è quanto richiesto dai consiglieri di centro-sinistra della "Coalizione per Desenzano" nei confronti del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale, attraverso una lettera aperta che ricorda l'approvazione della mozione avvenuta nell'ottobre 2021.

Un decisione questa, "che ha rappresentato un bel momento di unità politica del Consiglio che rappresenta i desenzanesi" come riportato nel comunicato, a cui però non è ancora seguita relativa attuazione.

Per questo, scrivono i consiglieri di minoranza, "abbiamo, quindi, chiesto al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale con quali tempistiche e modalità intendano procedere, consapevoli che il tempo a disposizione sia limitato. Ci siamo permessi di suggerire due date, la prossima Giornata della Memoria per l’annuncio e per la cerimonia effettiva la Giornata dei Giusti, 6 marzo, che per la nostra Città rappresenta anche il primo anniversario della posa delle Pietre di Inciampo".

Come infatti ricordato, "Desenzano è tristemente legata all’Olocausto, in quanto sede dell’Ispettorato Generale della Razza, ente responsabile dell’individuazione e deportazione degli ebrei, tra cui anche la Senatrice Segre". Proprio per questo, secondo i firmatari, "Conferirle la cittadinanza onoraria, come approvato dal Consiglio Comunale, diventa sia ricordo di un pezzo importante quanto buio della storia della nostra città, ricordo che però si fa memoria feconda nel lanciare un forte messaggio e un monito per le generazioni future. Ci auguriamo, quindi, che il Sindaco e il Presidente si attivino per organizzare la cerimonia il prima possibile e che questa sia costruita con un percorso che coinvolga le scuole e la cittadinanza tutta".