Giornate di intensi controlli sul territorio del Garda veronese quella di sabato 1 e domenica 2 giugno, quando gli sforzi congiunti di polizia di stato e locale, carabinieri e guardia di finanza ha permesso di gestire la sicurezza lungo il litorale e presso i centri storici delle località, così come il traffico di turisti di ogni età in transito dalla stazione ferroviaria di Peschiera.

E proprio presso la località benacense sono stati numerose le persone controllate visto l'aumento dei flussi soprattutto giovanili, con circa 400 persone identificate.

Durante i controlli delle forze dell'ordine, predisposti anche grazie al supporto delle unità cinofile, è stato sorpreso un 24enne di origini egiziane con addosso un modesto quantitativo di hashish, subito sequestrato, e anche un coltello a serramanico: il giovane è stato quindi denunciato per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere e sanzionato per il possesso di stupefacenti.

Così come è stato individuato anche un ragazzo minorenne in possesso di droga, e quindi denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Controlli questi che proseguiranno per tutta l'estate soprattutto durante i fine settimana, parallelamente all'aumento delle presenze di turisti stranieri e italiani provenienti dalle province limitrofe.

è stato infine segnalato un arresto nella notte del 31 maggio sempre a Peschiera del Garda, dove i carabinieri hanno scoperto un 44enne di origine rumena ricercato in quanto avrebbe dovuto scontare una pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione per cooperazione in omicidio colposo, risalente a fatti avvenuti nel 2009 in provincia di Chieti.