È stato portato a compimento lo scavo della galleria a doppia canna compresa tra i comuni di Lonato e Desenzano della Tav Brescia-Verona avviati nel 2020.

Conclusa dunque la realizzazione della seconda canna di 4.782 metri, dopo che nel settembre 2022 era stata completata la prima canna di 4.751 metri, che ha visto l'intervento affidato all’impresa Seli Overseas del Gruppo Salini per un costo complessivo di 206 milioni di euro.

Lo scavo è quindi terminato con la fresa meccanica (denominata Martina) che è sbucata dall'uscita prevista a Desenzano, dove si sarebbe dovuta tenere una cerimonia alla presenza delle autorità e del Ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini, la quale è stata però rimandata.

All'interno del programma degli interventi resta ora da completare gli ingressi e le uscite della galleria in entrambe le direzioni, che ricordiamo sarà lunga complessivamente 7.950 metri nel tratto sotterraneo, comprese le trincee esterne.