È in arrivo nelle prossime ore un'ondata di gelo proveniente dalla Russia, a causa del passaggio sul nostro territorio del nocciolo russo NìKola, che impatterà notevolmente sulle temperature stagionali per un crollo termico fino ai 10 gradi in pianura.

Dopo il "tradizionale" e breve periodo di freddo che ha caratterizzato i Giorni della Merla, si è infatti registrato questa settimana un innalzamento delle temperature con un clima quasi primaverile in buona parte del Paese.

Una parentesi che sta per chiudersi proprio a causa dell'arrivo della perturbazione russa, provocato dallo spostamento anomalo dell’Anticiclone delle Azzorre verso la Svezia, che comporterà un passaggio dagli attuali valori termici miti a una fase climatica tipicamente invernale, almeno fino al termine della prossima settimana, caratterizzata da venti decisamente freddi.

Si sta infatti già registrando il primo cambio della situazione atmosferica, con la Lombardia tra le ultime regioni ad esserne coinvolta, ma è ormai in arrivo l'aria gelida e secca proveniente dalla Russia che sarà anche accompagnata da fenomeni nevosi a bassa quota.

Non sono invece purtroppo previste particolari precipitazioni in arrivo, ormai vero e proprio miraggio per un territorio sempre più arido e di difficile gestione in vista delle scarse risorse idriche di cui si dispone.