Una notizia che ha dell'incredibile quella emersa nelle ultime ore direttamente dalle sale espositive del Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, dalle cui teche sono state rubate numerose opere esposte in occasione della mostra Come un oro caldo e fluido. Gli ori di Umberto Mastroianni.

Gli addetti si sono infatti trovati dinnanzi ad una sorpresa a dir poco scioccante quando, una volta aperte le porte, hanno constatato come tutte le 49 opere in oro del famoso scultore del '900 fossero state trafugate. Un furto, secondo quando descritto, dal valore di circa un milione di euro, verificatosi a un giorno dalla chiusura dell'esposizione prevista per oggi, venerdì 8 marzo.

Su quanto accaduto stanno in queste ore indagando i carabinieri di Brescia e i colleghi del Tpc (Nucleo Tutela Patrimonio Culturale), nel tentativo di trovare indizi che possano ricondurre alle 19 sculture e lastre e ai 30 gioielli (bracciali, anelli, spille, ciondoli ecc) rubati , realizzati a cavallo tra gli anni '50 e '90, e ora misteriosamente spariti.

Si spera che una traccia possa essere rappresentata da uno dei gioielli trafugati, il quale sarebbe stato ritrovato nelle vicinanze in quanto con ogni probabilità perso dai ladri durante la fuga, e sul quale verranno ora effettuate le relative analisi da parte della polizia scientifica.