Sono stati consegnati questo pomeriggio i lavori di realizzazione del tratto corrispondente all’unità funzionale 1.2 della Ciclovia del Garda curati dal commissario Misdaris, il percorso della lunghezza di circa 1 km che, a partire dall’imbocco del sottopassaggio del sentiero del Ponale, conduce alla spiaggia denominata dello “Sperone”, in corrispondenza dell’inizio della Galleria di Orione, attraverso i Comuni di Riva del Garda e Ledro.

Alla breve ma significativa cerimonia hanno partecipato il presidente della Prov. Aut. di Trento Maurizio Fugatti, il dirigente generale del Dipartimento infrastrutture Luciano Martorano con i sostituti direttori Sergio Deromedis e Giovanni Maiello, il commissario dell'opera per la sponda ovest Francesco Misdaris, oltre che il sindaco di Riva, Cristina Santi con gli assessori Pietro Matteotti e Lorenzo Pozzer, il presidente della Comunità Alto Garda e Ledro Claudio Mimiola e i referenti dell'Associazione Temporanea di Imprese che si è aggiudicata l'appalto.

La cerimonia per la consegna dei lavori: al centro il presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti con il sindaco di Riva Cristina Santi - Archivio Ufficio stampa PAT

Dagli amministratori locali sono arrivate parole di apprezzamento per il via ai lavori, in particolare il sindaco Santi ha messo in luce come l'opera sia "particolarmente attesa dal territorio", mentre il presidente Mimiola ne ha evidenziato l'importanza sotto il profilo turistico e non solo. Il presidente Fugatti ha ringraziato tutte le strutture coinvolte nel progetto, mettendo in rilievo come questa sia stata "una delle prime opere che la Giunta provinciale ha voluto affidare a un commissario", ricordando quindi che il progetto della Ciclovia, sponda ovest, stia proseguendo, sotto il profilo progettuale, anche nel tratto dal confine con il Comune di Limone verso Riva del Garda. In conclusione dal presidente Fugatti e dal dirigente generale Martorano è arrivata la raccomandazione alla sicurezza sul cantiere.

Il commissario Misdaris è entrato nel dettaglio dei lavori. L’Unità Funzionale 1.2 della Ciclovia del Garda consente il raggiungimento della spiaggia dello Sperone, che con l’intervento verrà riqualificata. Un sottopassaggio di servizio consentirà l’attraversamento in sicurezza della S.S. 45 bis. Inoltre, tramite la realizzazione del collegamento con il complesso fortificatorio denominato “tagliata del Ponale”, sarà possibile raggiungere il soprastante sentiero del Ponale.

La piattaforma della ciclopedonale sarà realizzata sull’ex sedime della S.S. 45 bis. Tramite delimitatori abbattibili saranno destinati 3 metri di larghezza al traffico ciclabile e 1,5 metri al traffico pedonale lato lago. Nella parte terminale, in corrispondenza della spiaggia, la ciclopedonale verrà realizzata in rilevato con una larghezza pari a 3 m.
Lungo questo percorso vi sono attualmente gallerie naturali ed artificiali esistenti intervallate da quattro tratti a mezza costa ora soggetti a rischio di caduta massi. Al fine di mitigare tali rischi è stata prevista la realizzazione di nuove gallerie paramassi e la sistemazione delle pareti rocciose con opere di protezione. Tali gallerie realizzano la protezione mediante copertura integrale dei tratti attualmente all’aperto esposti a grave rischio di caduta massi.