ph. Marilena Mura - Consorzio Lago di Garda Lombardia

Giunti ormai in prossimità dell'avvio della stagione turistica sul Garda, resta l'incognita per quanto riguarda la gestione della spiaggia e del chiosco nel porto di Rivoltella, per il cui affidamento si attende ormai da mesi la pubblicazione del relativo bando di affidamento da parte del Comune di Desenzano.

Per questa ragione i consiglieri comunali Stefano Terzi e Andrea Palmerini, appartenenti rispettivamente al gruppo "Liste Desenzano Progetto Futuro, Partito Democratico, Viviamo Desenzano" e al gruppo "Partito Democratico", hanno presentato un'interpellanza all'Assessore all'Ecologia, Cristina De Gasperi, e all'Assessore al Turismo, Stefania Lorenzoni.

"L’interrogazione parte dalla mancanza di pubblicazione del bando per l'affidamento della gestione della spiaggia e del chiosco, nonostante l'apertura teorica prevista del bar per il 1° aprile. Nel bando, inoltre, è prevista la sistemazione del portico per un importo di 75.000 euro, lavori a carico del gestore - viene spiegato attraverso relativa comunicazione -. Il chiosco e la spiaggia sono luoghi di incontro e attrazione turistica fondamentali per Rivoltella e sarebbe un problema che non fossero aperti per l’inizio della stagione turistica. I consiglieri chiedono agli Assessori quando sarà pubblicato il bando nonché l'inizio previsto delle attività. Inoltre, si interrogano sui tempi necessari per la sistemazione del portico e se questa sarà posticipata per non compromettere parte della prossima stagione turistica".

"È fondamentale che l'amministrazione comunale fornisca chiarezza sulle tempistiche e i procedimenti relativi all'assegnazione della spiaggia e del chiosco a Rivoltella, considerando l'importanza di tali luoghi per la comunità locale e per il turismo" ha dichiarato il consigliere Stefano Terzi, mentre il consigliere Andrea Palmerini ha aggiunto: "Chiediamo trasparenza e tempestività nell'avvio delle procedure per l'assegnazione della gestione della spiaggia e del chiosco. La mancanza di comunicazioni a meno di un mese dall'apertura teorica solleva legittime preoccupazioni tra i cittadini e gli operatori locali".