Dai sei mesi sono costretti a vivere all'interno della loro auto, nel pieno delle difficoltà economiche acuite da questo periodo caratterizzato da inflazione e caro vita, durante il quale si sono trovati senza lavoro e senza possibilità di permettersi l'affitto presso l'abitazione in cui avevano vissuto per quattro anni.

Una storia questa che arriva da Castiglione delle Stiviere e che vede protagonisti Sergio Cedola, ex autista rimasto senza licenza e invalido, insieme alla moglie, Emanuela Bosio, la quale avrebbe di recente trovato un impiego saltuario presso una Cooperativa, ma le la loro situazione li ha di fatto obbligati a vivere nel veicolo in via Leonardi.

Una vicenda che ha mosso la sensibilità e la solidarietà della comunità, con i residenti del quartiere che hanno deciso di aiutarli offrendo le risorse necessarie per riparare la vettura e per sostenere le spese di vita quotidiana.

Parallelamente, la Caritas sta fornendo loro servizi igienici e la possibilità di accedere alla mensa, mentre i Servizi sociali del Comune stanno seguendo la loro situazione per tentare una soluzione, seppur i due coniugi abbiano rifiutato di essere ospitati in un dormitorio a Brescia (dove sarebbero stati separati) così come in una housing dove, hanno ammesso, non si sarebbero sentiti liberi. Purtroppo, al momento non risultano esserci alloggi popolari da poter mettere a loro disposizione.