Aumentano i prezzi di carburanti e bollette di casa, per le famiglie italiane quasi 1.500 euro in più all'anno


Una stangata più lunga del previsto quella che attende nei prossimi mesi le famiglie italiane, che vedranno in aumento le bollette e il prezzo dei carburanti almeno fino a marzo.

Questo quanto comunicato dal ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, il quale ha voluto soffermarsi in particolare per il notevole aumento relativo al prezzo del gas, che vedrà lievitare il prezzo delle bollette a 300 euro in più a famiglia nonostante lo stanziamento da parte del Governo di circa 3 miliardi.

La stangata per le famiglie sarà più lunga del previsto. I prezzi del gas non scenderanno almeno fino a marzo, avverte. Come è noto il rincaro su gas e bollette costerà 300 euro in più annui, nonostante l’intervento del governo per
calmierare gli “oneri di sistema” con un intervento prossimo ai 3 miliardi.

“Le bollette aumentano all’80% per la crescita del prezzo del gas e al 20% per quello del carbonio. Non si può dire che la transizione energetica aumenti il costo dell’energia. Vogliamo uscire dal gas e servono investimenti sulle rinnovabili” ha commentato il ministro, dopo il susseguirsi di proteste in queste settimane proprio per i rincari sulle bollette di luce e gas, che hanno già portato ad un aumento rispettivamente del 29,8% e del 14,4%.

È in particolare il Codacons a lanciare l’allarme, attraverso la diffusione di un’elaborazione sugli effetti degli ultimi rincari di prezzi e tariffe per le tasche degli italiani, che dovrebbe portare a livello complessivo un aumento di spesa medio di circa 1.481 euro per nucleo famigliare. (...)