Senza alcun tipo di preavviso, da un momento all'altro e con motivazioni solo abbozzate, è calato il buio da ieri pomeriggio sull'informazione in tempo reale per i giornalisti della Lombardia, con il blocco degli accessi al sito di Areu.

"L'accesso al portale Real Time è attualmente sospeso" è infatti la scritta che compare ormai da 24 ore sul portale, con la stampa regionale che ora chiede insistentemente informazioni su quanto avvenuto, senza però trovare risposta, se non un apparente problema tecnico.

La posizione delle associazioni di categoria

"L’Associazione Lombarda dei Giornalisti e il Gruppo Cronisti Lombardi - con il pieno sostegno dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia - ha subito raccolto e fatta propria la preoccupazione dei colleghi delle testate locali, regionali e nazionali che nelle ultime ore si sono visti oscurare il sito di Areu Lombardia, fonte primaria e ufficiale per chi fa cronaca sul territorio.

Il portale segnala problemi tecnici e lo stallo per “manutenzione”. Un danno fondamentale per l’informazione locale e regionale perché da lì, ormai da 5 anni, viene veicolata la prima informazione su incidenti ed emergenze.

Siamo preoccupati e speriamo che i problemi tecnici possano essere superati nel giro delle prossime ore. Ci auguriamo che i problemi tecnici non trovino motivazioni in altre situazioni. Per questo, per garantire l’informazione ai cittadini lombardi e il rispetto dell’art. 21 della Costituzione, chiediamo un incontro urgente con i vertici Areu e Regione Lombardia per avere la rassicurazione sul ripristino immediato di questo canale».

Un blackout che rischia di minare la libertà di informazione e restringere ulteriormente il campo di azione dei giornalisti, già menomato pesantemente dalla Legge Cartabia".