Si è svolta nella giornata di ieri la battuta di pesca coordinata dalla Comunità del Garda con l'intervento di oltre 45 sub associati all'Unione Pescatori sportivi del Garda U.P.BS. provenienti dalla sponda Bresciana e Veronese, incentrata sui pesci siluro sempre più presenti nelle acque benacensi.

L'intervento, come spiegato, ha portato alla cattura nelle acque di Sirmione e Peschiera di oltre 20 esemplari per un totale di ben 260 chili, tra i quali un siluro da record di circa 70 chili e lungo 2,4 metri.

Un primo intervento questo che secondo l'Unione Pescatori ha messo in risalto un ulteriore emergenza che assieme a quella dell'enorme presenza di uccelli Ittiofagi e cormorani, vede sempre di più aggravarsi la situazione per la salvaguardia dei pesci autoctoni del Lago di Garda.

Allo stesso tempo, mentre si provava ad arginare la proliferazione del Siluro, dall'incubatoio di Desenzano con i Volontari e ittiologi di U.P.BS. Unione Pescatori Bresciani, si è provveduto all'immissione di 30mila avannotti di luccio come da prodotti e immessi come da Bando Regionale Lombardo.