Sub a caccia di rifiuti sui fondali del lago di Garda la prossima domenica 7 luglio a Bardolino, quando si terrà la 5a edizione di “Lago pulito 2024”, pulizia dei fondali promossa dal Gruppo Sub Gas Diving School (riconosciuto come Diving WWF Sub per l’impegno nella tutela dell’ambiente) e patrocinata dal Comune di Bardolino, dalla Provincia di Verona, dalla Regione Veneto e da Veneto Agricoltura.

Un’ottantina di sub si immergeranno nelle acque del lago di Garda, a partire dalle 10; il ritrovo è al parco di Villa Carrara Bottagisio, dove ci sarà anche l’animazione musicale con Radio Pico e al termine sarà possibile pranzare allo stand gastronomico. Alla mattinata parteciperà anche la vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti.

"La manifestazione vuole lanciare un messaggio di educazione al rispetto del nostro lago: in acqua ci saranno circa 80 subacquei, supportati da 40 volontari a terra, grazie alla collaborazione di tante associazioni del territorio – anticipa Michele Girelli, presidente del Gas Diving e coordinatore dell’evento –. I rifiuti rinvenuti saranno differenziati e smaltiti grazie al supporto dell’Ufficio ecologia del Comune di Bardolino; saranno presenti tutti e corpi di polizia ed emergenza con le loro imbarcazioni in acqua e ci farà una piacevole visita Prezzemolo, la mascotte di Gardaland. Verso le 12 ci sarà pure l’ammaraggio di un idrovolante della Protezione civile - Squadra volo di Valeggio sul Mincio".

I sub raccoglieranno tutto ciò che sui fondali non dovrebbe depositarsi: rifiuti, bottiglie, sedie, borse e oggetti che inquinano la costa. "Iniziative come questa aiutano a tenere alta l’attenzione sull’importanza di preservare l’ambiente che ci circonda e in particolare il nostro splendido lago, che oltre a essere un punto di attrazione turistica rinomato in tutto il mondo è anche un delicato ecosistema da preservare – sottolinea il sindaco di Bardolino, Daniele Bertasi –. Ringraziamo i sub per l’azione di sensibilizzazione portata avanti con questa giornata ecologica e ricordiamo che l’abbandono di rifiuti è sanzionato dagli agenti della Polizia locale con multe salate, grazie anche all’utilizzo di fototrappole".