I Carabinieri delle Compagnie di Codogno, Salò e Desenzano hanno messo in atto un'operazione congiunta volta a smascherare un giro di presunte truffe messe in atto anche sul Garda relative a numerosi veicoli venduti dopo che ne erano stati truccati i contachilometri per renderli più appetibili sul mercato.

Sarebbero in particolare sette gli arresti predisposti sui territori di Padenghe e Montichiari, in seguito alle misure cautelari stabilite dal Gip di Brescia nei confronti di coloro ritenuti responsabili di "associazione a delinquere", per i quali è anche scattata la perquisizione personale.

Sono infatti state sequestrate numerose auto messe sul mercato dagli indagati, i quali, secondo quanto emerso, sarebbero arrivati a ridurre il chilometraggio di più di 20 veicoli prima della vendita fino a oltre 200mila chilometri (il triplo delle misurazioni originali): reati questi che sarebbero stati commessi tra il gennaio 2021 e il maggio 2022, con gli indagati ora in attesa di giudizio penale.