Nella seduta di giovedì 21 aprile la Giunta comunale di Arco ha deliberato l’acquisto di due dipinti di Giovanni Segantini: "Paesaggio brianteo" (olio su tavola di 24,8 x 35 centimetri datato 1884/85) e "Pulcini nell'aia" (olio su tela di 43 x 70 centimetro datato 1883/85).

Il prezzo concordato con la proprietà è di 75 mila euro, in linea con la stima effettuata nel 2016 dal dott. Paul Nicholls di Milano, perito ed esperto in dipinti dell'Ottocento, e recentemente confermata, secondo cui il valore del "Paesaggio brianteo" si aggira tra 25 e 30 mila euro e quello dei "Pulcini nell’aia" tra 45 e 50 mila.

L’acquisizione è da inquadrare nel lavoro che l’amministrazione comunale sta portando avanti con la Galleria Civica "Giovanni Segantini" di valorizzazione delle città come luogo segantiniano, che ha posto Arco al centro di una rete di relazioni con le principali istituzioni che conservano opere di Segantini e con gli studiosi che si occupano di questo artista. Rientra quindi negli obiettivi del Comune di Arco incrementare il patrimonio delle opere di Segantini da mettere a disposizione della collettività.

Le due opere in via di acquisizione, due dipinti giovanili nelle quali si inizia a intravvedere la pennellata e la divisione del colore che renderanno celebre Segantini, già da anni arricchivano i percorsi espositivi della galleria civica. Risale al 2017, infatti, l’acquisto, per 100 mila euro, del trittico «Natura di lepre e frutta», «Natura di pesce e verdura» e «Natura di cacciagione e frutta», olio su lamiera di zinco; occasione nella quale il Comune di Arco ottenne in deposito queste due opere, che ora ha stabilito di acquistare.