In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale torna la biblioteca vivente itinerante, che vedrà tra le proprie tappe anche il territorio comunale di Arco. La biblioteca vivente sarà in piazzale Segantini nella giornata di martedì 17 ottobre, dalle 11 della mattina alle 4 del pomeriggio.

L’iniziativa è organizzata dalle unità operative di psichiatria dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, in collaborazione con le associazioni Il Cerchio Fareassieme, Gruppo 78 e Rete Incontra, con l’obiettivo di sensibilizzare riguardo l’importanza della salute mentale per il benessere della persona e della comunità.

La biblioteca vivente itinerante è un metodo innovativo che nasce in Danimarca negli anni ‘80 per promuovere il dialogo, ridurre i pregiudizi, rompere gli stereotipi e favorire la comprensione tra persone di diversa età, sesso, stili di vita e retroterra culturale. Nella biblioteca vivente i libri cartacei sono sostituiti da libri viventi, da “prendere in prestito” per una conversazione. I libri viventi sono persone consapevoli di appartenere a una minoranza spesso soggetta a pregiudizi e sono desiderosi di scardinarli mettendosi a discutere le proprie esperienze e i propri valori con gli altri. I “lettori” possono così entrare in contatto con persone con cui nella quotidianità non avrebbero occasione di confrontarsi e attraverso lo strumento della narrazione si avvia un confronto tra chi vive il disagio psichico da vicino e chi non ha esperienza a riguardo.