Ottantuno nazioni, 583 tiratori, oltre accompagnatori e preparatori atletici: sono i numeri degli ‘Iss World Cup Shotgun 2023’, campionati mondiali di ‘Tiro a volo’.

La kermesse mondiale più attesa delle discipline olimpiche di skeet e trap si terrà dall’8 al 17 luglio a Lonato del Garda, all’Olympic Shooting range ‘Trap Concaverde‘. Sarà trasmessa anche in diretta su Rai Sport.

L’evento è stato presentato a Palazzo Lombardia, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza con delega a Sport e Giovani, Lara Magoni.

Arrivo ufficiale delle Delegazioni Straniere previsto l'8 luglio, quando si apriranno ufficialmente le danze con la cerimonia d'apertura, organizzata al campo nel tardo pomeriggio del 9 luglio.

Sarà un’occasione di massima rilevanza per il contesto sportivo rappresentato, dando il via ai Giochi sia con il momento formale degli omaggi resi dalle Autorità ai Partecipanti, ma anche creando spettacolo e momenti di pathos nel ricevere le Federazioni Internazionali accogliendole con occasioni particolari che le rendano parte integrante dell’italianità e tradizione che contraddistingue il contesto dove l’evento ha luogo.

Questa Coppa del Mondo – ritenuta da sempre ormai una tra i migliori eventi Internazionali del nostro panorama - sarà quindi una nuova dieci giorni di respiro Mondiale all’insegna dello Sport Olimpico. Sport che come abbiamo visto sarà declinato in tutte le sue forme, parlando sì la lingua tiravolistica ma anche quella di più ampia concezione sportiva, creando un magnetico passo a due tra l’Internazionalità rappresentata e la valorizzazione dei tanti elementi di Italianità al suo interno.

"Lonato – ha dichiarato l'assessore regionale Lara Magoni – si appresta ad ospitare una coppa del mondo di tiro a volo straordinaria. In una struttura di eccellenza, gestita con maestria da anni dal presidente Carella, che ringrazio, e che vedrà sfidarsi tanti tiratori importanti".

“La disciplina del ‘Tiro a volo’ – ha continuato il sottosegretario – è un’eccellenza che ci ha regalato tantissime medaglie. Contiamo, infatti, 11 ori, 12 argenti, e 8 bronzi. Tutto ciò mi rende orgogliosa in quanto sportiva e in quanto rappresentante dello sport in una Regione, la Lombardia, dove risiede il 30% dei medagliati olimpici”.