L’onorevole Andrea Dara, già deputato e vicesindaco di Castiglione delle Stiviere, ha annunciato sui social la sua ricandidatura in quello che è una posizione “blindata”, dipanando i dubbi sorti negli ultimi giorni. Si era parlato infatti di una possibile candidatura nel collegio di Mantova di Andrea Paganella, capo della segreteria di nientemeno che Matteo Salvini. Ma le proteste delle sezioni locali, e le pressioni arrivare sino a via Bellerio dal territorio mantovano, hanno fatto decidere per l’opzione più gradita ai militanti locali.

Questo il commento del deputato ricandidato: ”Ringrazio il mio partito e le forze della nostra coalizione per avermi accordato la fiducia di rappresentarli nuovamente per la Camera dei Deputati. E poi un particolare grazie ai tanti militanti, sindaci e amministratori, cittadini e associazioni che in queste settimane mi hanno espresso la loro fiducia e consenso per il lavoro fatto in Parlamento e per il nostro Territorio in questi anni e il loro sostegno per continuare a farlo. Adesso abbiamo davanti una campagna elettorale intensa e importante che potrà far vincere un’idea d’Italia libera, forte e sicura, con meno tasse e più lavoro, con più sicurezza e forza per le nostre comunità, le nostre famiglie e le nostre imprese. Io sono pronto a vincere, insieme a tutte e tutti voi, questa grande sfida”.

Anche il Sindaco di Castiglione, Enrico Volpi ha voluto esprimersi favorevolmente apprendendo la notizia: “È una grande soddisfazione la riconferma di Andrea Dara per il nostro collegio uninominale della Camera. Andrea è la persona di cui abbiamo bisogno a Roma per garantire i nostri Territori e i nostri Comuni. Come l’ottimo lavoro che ha svolto in questi quasi 5 anni, a Roma e da noi, dimostra”.