Dopo quanto avvenuto questa mattina, con una giovane donna trovata senza vita in auto in un parcheggio tra Rivoltella e Sirmione, arriva la notizia di un altro macabro ritrovamento sul territorio desenzanese.

Infatti alla vigilia di Ferragosto, nel parcheggio del centro commerciale Le Vele, è stato infatti individuato il corpo di una 50enne straniera, già in fase di decomposizione e, con ogni probabilità, rimasto all'interno del baule della propria auto per oltre una decina di giorni.

A far insospettire è stato infatti il forte odore proveniente dalla vettura, che ha portato alla segnalazione del veicolo da parte di alcuni passanti al comando di Polizia, e dunque alla scoperta da parte degli agenti.

Anche in questo caso, dai primi rilevamenti si è ipotizzato il suicidio da parte della donna, provocato dalla massiccia presenza di farmaci nel corpo, in quanto anche già attenzionata per aver tentato l'estremo gesto in passato.