Recentemente il Governo italiano ha stanziato delle importanti risorse economiche necessarie a riqualificare, anche nell’Alto mantovano, una serie di edifici dal lampante valore artistico, architettonico, storico e culturale.

Le risorse, che ammontano a 5 milioni e mezzo di euro per i progetti da realizzare in provincia di Mantova, sono inserite tra i 95 milioni di euro assegnati in tutto il paese, e saranno erogate nei prossimi tre anni. La disponibilità di denaro deriva da un decreto interministeriale approvato agli inizi del mese, relativo al fondo interventi tutela e promozione patrimonio culturale e storico. Le opere da compiere sono attese da diverso tempo nei comuni selezionati, come trapela anche dalla soddisfazione con cui le amministrazioni comunali coinvolte hanno appreso la notizia. Si registra invece una certa insoddisfazione da parte di alcuni cittadini di Castel Goffredo, che non sarebbe risultata assegnataria di fondi nell’ambito di queso decreto.

In seguito sono stati dunque resi noti i progetti che rientrano nel provvedimento e che verranno finanziati sul prossimo triennio, fino al 2025. Tra i cantieri che si preparano ad aprire i battenti ci sono: la ristrutturazione delle facciate dell’edificio storico di via Marta Tana, nel centro storico di Castiglione delle Stiviere, per un finanziamento da 250mila euro; la riqualificazione del palazzo della Torre Civica, nel centro storico di Guidizzolo, per la cifra di mezzo milione di euro; la ristrutturazione del teatro di Medole, per un cospicuo investimento da circa 770mila euro; la riqualificazione della chiesa di San Rocco e San Sebastiano ad Asola, opera da 200mila euro; la ristrutturazione completa del lotti funzionali del castello Scaligero di Ponti sul Mincio, per un grosso investimento da più di 880mila euro.