"Ammonta a 340 milioni di euro, il totale degli investimenti infrastrutturali per l'Alto Garda e Ledro, di questi 79 milioni di euro sono per le piste ciclabili, 32 milioni di euro per l'edilizia scolastica, quasi 28 milioni per le opere ambientali e oltre 194 milioni per le opere stradali, infine 6,6 milioni di euro sono relativi agli interventi condotti dall'Agenzia per la Depurazione".

È il quadro aggiornato che il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, affiancato dal dirigente generale del Dipartimento infrastrutture Luciano Martorano, dal dirigente del Servizio opere stradali e ferroviarie Carlo Benigni e dal dirigente del Servizio Geologico Mauro Zambotto, ha illustrato al presidente della Comunità Claudio Mimiola e ai sindaci e amministratori della zona.

Gli interventi previsti

Piste ciclabili

Accanto agli investimenti legati alla Ciclovia del Garda, vi è il percorso ciclopedonale lungo il lago di Ledro: nel dettaglio si tratta del tratto che collega l'abitato di Mezzolago con Pieve di Ledro, sulla sponda nord-ovest del lago, per un importo finanziato dalla Provincia pari a 3 milioni di euro, di cui è in fase di completamento il progetto esecutivo.

Edilizia scolastica

Liceo Maffei di Riva del Garda: ampliamento e adeguamento alle norme antisismiche - sono in corso i lavori di esecuzione del contratto principale, importo 29,9 milioni di euro.

CFP ENAIP di Arco: manutenzione straordinaria dei sistemi di rilevazione e allarme antincendio e illuminazione - sono in corso i lavori, importo 200 mila euro.

CFP Enaip Varone di Riva del Garda: manutenzione straordinaria per adeguamento spazi cucina - sono sti recentemente ultimati i lavori, importo 273 mila euro.: messa in sicurezza e riqualificazione sismica ed energetica della palestra - sono in corso i lavori di esecuzione del contratto principale, e i lavori di sistemazione esterna per un importo complessivo di 1,86 milioni di euro.

    Opere ambientali

    Bonifica Maza, lotto non impermeabilizzato: l’intervento è finalizzato alla rimozione di circa 1.000.000 mc di rifiuti depositati sul vecchio I lotto della discarica, nel trattamento degli stessi mediante vagliatura, compattazione, stabilizzazione a calce e ricollocazione dei rifiuti e del materiale stabilizzato per consentire la finale realizzazione del tracciato stradale - sono in corso i lavori di esecuzione del contratto principale, l'importo è pari a 26 milioni di euro;

    Discarica Maza, lotto impermeabilizzato - vasca di laminazione e capping: si tratta di un intervento di messa in sicurezza permanente, mediante copertura (capping) della parte impermeabilizzata del 1° lotto (la cosiddetta "vasca Broz"), il cui sedime non è interessato dalla realizzazione dell'intervento viario; vista l’interferenza dei lavori con la bonifica, l’opera è stata divisa in due lotti, dopo l'esecuzione del primo lotto l'opera è stata sospesa in attesa del completamento dei lavori di bonifica, la superficie interessata è di 10.500 mq; il primo importo è pari a 200 mila euro, il secondo a 1,680 milioni di euro;

    Interventi ADEP

    Ammodernamento del depuratore di Arco: saranno realizzati una nuova cabina e un nuovo quadro elettrico di distribuzione generale, nonché un impianto di trattamento aria, previsti anche interventi per aumentare la capacità di trattamento; l'opera è in fase di appalto, l'importo dei lavori è circa 5,8 milioni di euro, oltre a circa 830 mila euro per la condotta fognaria di bypass in località Linfano.

    Opere stradali
    L'investimento per le opere stradali nell'Alto Garda e Ledro è di circa 194 milioni di euro: qui l’opera principale è il collegamento stradale Passo San Giovanni - Cretaccio con i relativi appalti sequenziali e le opere accessorie, pari in totale a 145 milioni di euro, di cui 14,7 per l'U.F. 3 dalla Maza a Linfano: per lo scavo della galleria si è da poco abbattuto l'ultimo diaframma, quello del tunnel principale e sono in corso i lavori di rivestimento in calcestruzzo che si concluderanno entro il 2024.

    Vi sono poi altre opere importanti come la variante di Molina di Ledro che incide per 40 milioni di euro, la messa in sicurezza della statale 240 in località Biacesa per circa 900 mila euro, la realizzazione dell'accesso alla zona artigianale di Tiarno di Sotto per 2,4 milioni di euro, la messa in sicurezza degli incroci a Tiarno di Sopra per 480 mila euro, altri 2,3 milioni di euro per la sistemazione dell'intersezione lungo la statale 421 presso il Lago di Tenno, nonché la sistemazione della rotatoria fra le statali 249 e 240 per 1,7 milioni di euro e la realizzazione di una rotatoria a Nago per 750 mila euro.