Temi scottanti e delicati quali l'aumento del costo dell'energia e le strategie territoriali in vista dei mesi più freddi sono stati posti al centro dell'incontro avvenuto nei giorni scorsi a Riva tra la sezione Alto Garda e Ledro di Confcommercio Trentino e il presidente di AGS spa Andrea Mora.

Alla riunione erano presenti anche Petra Mayr, presidente di ASAT Alto Garda e Ledro, e Daniela Bertamini, presidente dell’Associazione Artigiani Alto Garda e Ledro, nonché il direttore generale di AGS Spa dott. Ruggero Moser.

Così come presenti anche il presidente della sezione Alto Garda e Ledro dell’Associazione Ristoratori del Trentino Paolo Turrini, e il presidente della sezione locale di Confcommercio Claudio Miorelli, con quest'ultimo che ha voluto rimarcare come il confronto fosse necessario " per conoscere quali iniziative si possano attuare per sostenere le imprese di fronte a questa crescita abnorme delle bollette".

Come infatti dichiarato dal presidente Miorelli, "AGS ha raccolto la richiesta e, grazie anche alla mediazione del Comune, stamattina è stato possibile capire più nel dettaglio le dinamiche di questi rincari. Come territorio abbiamo ridotte capacità di manovra nel breve periodo, trattandosi di una partita che si gioca soprattutto a livello nazionale e internazionale. Nel medio periodo invece si può ragionare su una serie di interventi che contribuiscano a migliorare l’autosufficienza energetica del territorio e la diversificazione. In questo senso, AGS si è detta disponibile a valutare concretamente la possibilità di costituire una comunità energetica dell’Alto Garda che possa diventare un riferimento anche per altre zone della nostra provincia".