"Siamo spiacenti di informare la comunità di Peschiera del Garda di una truffa che in questi giorni sta colpendo alcuni cittadini. Malintenzionati si spacciano per Carabinieri e utilizzano un metodo ingannevole per estorcere denaro, soprattutto agli anziani".

Arriva direttamente dal Comune di Peschiera l'avviso nei confronti della cittadinanza di nuovi episodi registrati in settimana per quanto concerne l'ormai nota truffa del "finto incidente", già denunciata a ripetizione su tutto il territorio benacense. Nonostante infatti continui avvertimenti da parte delle amministrazioni e delle forze dell'ordine, non solo il fenomeno risulta tutt'altro che scomparso, ma apparentemente sembrano giungere a cadenza sempre più ravvicinata le segnalazioni presso le varie località gardesane, con diverse persone, soprattutto anziani, rimasti purtroppo vittima dei truffatori.

Sempre il Comune, tramite la l'avviso diffuso, rende appunto noto il modus operandi: "I truffatori chiamano o si presentano dagli anziani, sostenendo che un familiare ha causato un grave incidente. Affermano che è necessario denaro urgente per assistenza legale o cure mediche.

Come proteggersi: Non aprire la porta a sconosciuti; nessun membro delle forze dell'ordine chiederebbe mai denaro in questo modo; in caso di dubbi, contattare immediatamente il 112.

Informate anziani e parenti di queste pratiche fraudolente. Avvisate loro di non fidarsi di richieste di denaro da parte di sconosciuti, specialmente se coinvolgono presunti incidenti di familiari. Condividete questo messaggio con la comunità. La sicurezza è una responsabilità di tutti."