Foto: Alberto Paloschi ai tempi della SPAL - fonte Wikipedia


Presenza d'eccezione in questi giorni in occasione delle sedute di allenamento della prima squadra del Calcio Desenzano, con una notizia che ha fatto rimbalzare la società desenzanese tra le principali testate sportive nazionali.

Sta infatti circolando da alcune ore la notizia che insieme alla prima squadra si stia allenando Alberto Paloschi, ex promessa del calcio italiano attualmente svincolato dopo l'esperienza alla Robur di Montanari, soggetta alla mancata iscrizione al campionato di Serie C 2023/24.

Secondo le indiscrezioni, ad oggi non risulterebbero eventuali accordi tra la società gardesana e il calciatore, il cui obiettivo al momento è quello di mantenere la forma fisica in attesa di una possibile nuova avventura in vista della stagione appena iniziata. Per coloro che invece sperano di vedere l'ex nazionale Under 21 con la maglia biancoazzurra, al momento resta solo un sogno, però mai dire mai.

Nato a Chiari, l'attaccante classe 1990 resta comunque un volto conosciuto da tutti gli appassionati di calcio, rimasto nella storia per essere stato protagonista di uno degli esordi più incredibili della storia del calcio italiano e internazionale. Era il 10 febbraio 2008 quando, appena maggiorenne, calcó per la prima volta l'erba della Serie A niente di meno che a San Siro con la maglia del Milan, firmando la vittoria dei rossoneri per 1 a 0 con un gol a soli 18 secondi dal suo ingresso in campo.

Alberto Paloschi ha poi trascorso diversi anni in serie A con le maglie di Parma, Genoa, Chievo, Atalanta, Spal e Cagliari, con una parentesi anche in Premier League quando venne scelto dallo Swansea nel 2016, segnando oltre 100 gol in circa 400 presenze totali. E se ne arriveranno altri anche sulla sponda del Garda, sarà solo il tempo a dirlo.