Si esibisce martedì 3 maggio alle 20.30 nell’auditorium del Conservatorio «F. A. Bonporti» uno tra i più grandi chitarristi classici del momento: il Mo. Marco Tamayo.

La proposta è nell’ambito del ciclo di masterclass del Conservatorio, tenute da docenti di fama internazionale, di cui quella del Mo. Tamayo è la prima del 2022.

Chitarrista di origine cubana con cittadinanza austriaca, Marco Tanayo è stato definito dal quotidiano La Stampa “il re della chitarra” e lodato da musicisti come John Williams, Leo Brouwer e Eliot Fisk. È stato solista per famose orchestre come le filarmoniche di Torino e di San Pietroburgo, l'orchestra da camera di San Pietroburgo, la Filarmonica di Culiacan (Messico), la Filarmonica dell'Avana (Cuba), l'Orchestra Filarmonica di Oulu (Finlandia), e si è esibito con famosi direttori come Ennio e Andrea Morricone, Justuz Frantz, Philipe bender, Leo Brouver, Paolo Ferrara, Gordon Campbell, Kurt Redel, Hannu Lintu.

Ha all’attivo sei album, tre con l'etichetta Naxos, e innumerevoli
recensioni entusiaste, come quelle di Eliot Fisk, che ha riconosciuto a Tamayo “un perfetto sviluppo tecnico e una straordinaria intelligenza musicale”. Presentato come un incredibile talento fin dall’età di 6 anni, Tamayo ha vinto il primo premio in importanti concorsi chitarristici internazionali, come “Andres Segovia”, “Michele Pittaluga-Città di Alessandria” e “Leo Brouwer”, ottenendo più di 25 primi premi in eventi internazionali.

Ingresso libero fino all'esaurimento dei posti.